Home
Newsflash
05/05 Avviso per i nuovi tesserati ... agli atleti neo tesserati che non hanno ancora la scheda personale sul...

Menu principale
Home
Area tecnica
Atleti
Calendario
Cronache
Cus Bergamo
Galleria Fotografica
Gare
News
Odi e Poesie
Statistiche
Statuto
Storia
5km A ROTTA DI COLLO
Classifiche
best maratona 2021
best 1/2 maratona 2021
best 10.000 mt 2021
best 5.000 mt 2021
best maratona
Massironi Alessandro 02:53:58
Basili Maurizio 02:55:26
Provenzi Marco Ronny 03:00:31
Ripamonti Guido 03:01:35
Appiani Antonio 03:07:50
Bissa Santo Claudio 03:10:52
Beretta Emanuele 03:10:55
Agazzi Roberto 03:12:33
Morretta Rosario 03:15:01
Mazzoleni Enea 03:15:06
Rota Vainer 03:16:30
Huanca Luis Tomas 03:18:11
Albani Massimo 03:19:35
Brembilla Aldo 03:21:29
Pinotti Ezio Terenzio 03:21:57
Mandelli Marco S. 03:23:49
Zenoni Ottavio 03:25:45
Zanetti Stefano 03:26:48
Rota Alfio 03:27:25
Levi Marco 03:28:32
Corna Fabio 03:28:43
Appiani Roberto 03:28:48
Sanesi Lorenzo 03:29:25
Disarelli Alessandro 03:29:48
Bresciani Vittorio 03:31:47
Ciocca Antonio 03:33:03
Savasta Carlo 03:35:50
Martinelli Gianluca 03:35:59
Dinoia Giuseppe 03:36:50
Disarelli Fulvia 03:37:47
Ferrari Luca 03:43:09
Beltrame Mario Alessandro 03:43:33
Olmo Barbara 03:43:52
Ferrari Roberto 03:44:35
Rota Egidio 03:46:44
Marini Lorenzo 03:50:50
Compagnoni Enrico 03:51:43
Menalli Paolo 03:52:33
Parma Andrea 03:54:36
Dominoni Francesco 03:55:41
Zani Matteo 03:55:57
Acciardi Maurizio 03:56:23
Szego Alessandra 03:57:38
De Santis Massimo 03:57:50
Tomaselli Viviana 04:01:15
Schiavon Sabrina 04:04:39
Locatelli Cristina 04:07:41
Formentini Stefano 04:23:52
Cristinelli Oriana 04:50:32
Facheris Davide L. 05:11:52
best 1/2 maratona
Annovazzi Matteo 01:12:12
Bruletti Matteo 01:15:13
Provenzi Marco Ronny 01:15:44
Testa Walter 01:15:48
Lorenzi Matteo 01:18:22
Massironi Alessandro 01:19:03
Basili Maurizio 01:19:30
Previdi Fabio 01:19:41
Giassi Diego 01:19:44
Roncoli Luca 01:19:56
Appiani Antonio 01:21:37
Bonfanti Monica 01:22:30
Bissa Santo Claudio 01:22:57
Ripamonti Guido 01:23:05
Rota Vainer 01:23:31
Turci Alessandro 01:23:40
Huanca Luis Tomas 01:25:18
Mandelli Jacopo 01:25:23
Labonia Isabella 01:25:42
Bresciani Vittorio 01:26:15
Mandelli Marco S. 01:26:36
Mazzoleni Enea 01:26:48
Corna Fabio 01:26:57
Zanetti Adam 01:27:56
Beretta Emanuele 01:28:40
Signoroni Rienzo 01:28:47
Palazzini Giovanbattista 01:28:54
Zanetti Stefano 01:28:55
Ubbiali Antonio 01:29:06
Belloli Renato 01:29:26
Morretta Rosario 01:30:00
Brembilla Aldo 01:30:00
Corbetta Ivan 01:30:02
Pinotti Ezio Terenzio 01:30:15
De Santis Massimo 01:31:04
Quarti Marcello 01:31:07
Giappino Enrico 01:31:44
Rota Alfio 01:31:55
Martinelli Gianluca 01:32:34
Armanni Andrea 01:32:35
Parma Andrea 01:32:47
Domenghini Massimili 01:32:51
Beretta Cristina 01:32:51
Albani Massimo 01:33:06
Raimondi Sergio 01:33:07
Ciocca Antonio 01:33:07
Ferrari Roberto 01:33:27
Levi Marco 01:33:50
Dinoia Giuseppe 01:34:07
Tironi Vittorio 01:34:22
Ferrari Luca 01:34:26
Olmo Barbara 01:34:27
Appiani Roberto 01:34:40
Cavagna Andrea 01:35:06
Zenoni Ottavio 01:35:11
Sanesi Lorenzo 01:35:43
Marini Lorenzo 01:35:49
Zani Matteo 01:36:22
Animelli Roberto 01:36:36
Manzoni Corrado 01:37:16
Mannino Nicola 01:37:16
Formentini Stefano 01:37:20
Gandolfo Gaspare 01:37:25
Moscheni Davide 01:37:48
Disarelli Alessandro 01:38:26
Tarozzi Marco 01:38:39
Pagano Carmine 01:38:55
Petrogalli Cristina 01:39:21
Marchesi Filippo 01:39:41
Disarelli Fulvia 01:39:57
Galimberti Simone 01:39:57
Andreani Alberto 01:40:16
Savasta Carlo 01:40:28
Compagnoni Enrico 01:40:30
Minola Simone 01:40:41
Rota Egidio 01:40:44
Colombo Antonella 01:41:14
Facheris Davide L. 01:41:20
Acciardi Maurizio 01:42:21
De Bitonto Antonio 01:42:27
Mura Maurizio 01:42:33
Daminelli Emi 01:42:55
Szego Alessandra 01:44:11
Tomaselli Viviana 01:44:21
Locatelli Cristina 01:44:27
Beltrame Mario Alessandro 01:46:08
Schiavon Sabrina 01:46:31
Corna Matteo 01:46:57
Menalli Paolo 01:48:11
Belloni Mauro 01:49:14
Montouchet Raphaelle 01:51:32
Moioli Andrea 01:51:34
Binacchi Giulio F. 01:52:10
Bolandrina Massimil. 01:53:25
Moretti Anna 01:54:01
Toro Veronica Noemi 01:54:44
Trail Francesco 01:56:09
Parma Silvia 02:04:27
Cristinelli Oriana 02:06:50
Anesa Patrizia 02:09:06
Maci Stefania Maria 02:37:01
Zamattia Chiara 02:45:47
best 10.000 mt
Testa Walter 00:34:19
Provenzi Marco Ronny 00:35:26
Ripamonti Guido 00:36:18
Lorenzi Matteo 00:36:21
Roncoli Luca 00:36:33
Previdi Fabio 00:36:34
Massironi Alessandro 00:36:35
Basili Maurizio 00:36:40
Bissa Santo Claudio 00:36:48
Turci Alessandro 00:36:52
Giassi Diego 00:37:04
Appiani Antonio 00:37:43
Rota Vainer 00:37:51
Bresciani Vittorio 00:38:09
Mazzoleni Enea 00:38:20
Bonfanti Monica 00:38:28
Huanca Luis Tomas 00:38:42
Mandelli Jacopo 00:39:05
Signoroni Rienzo 00:39:45
Mandelli Marco S. 00:39:53
Labonia Isabella 00:39:54
Corna Fabio 00:39:55
Zanetti Stefano 00:40:02
Quarti Marcello 00:40:22
Bugada Oscar 00:40:28
Rota Alfio 00:40:38
Armanni Andrea 00:40:39
Beretta Emanuele 00:40:54
Pinotti Ezio Terenzio 00:40:58
Zanetti Adam 00:41:05
De Santis Massimo 00:41:06
Manzoni Corrado 00:41:09
Animelli Roberto 00:41:11
Brembilla Aldo 00:41:25
Morretta Rosario 00:41:27
Parma Andrea 00:41:50
Tarozzi Marco 00:42:08
Marini Lorenzo 00:42:08
Olmo Barbara 00:42:10
Tironi Vittorio 00:42:15
Levi Marco 00:42:53
Ciocca Antonio 00:42:55
Mannino Nicola 00:42:57
Beretta Cristina 00:43:06
Dinoia Giuseppe 00:43:11
Disarelli Alessandro 00:43:15
Ferrari Luca 00:43:27
Rota Egidio 00:43:37
Ferrari Roberto 00:43:50
Sanesi Lorenzo 00:43:58
Galimberti Simone 00:44:21
Facheris Davide L. 00:44:42
Colombo Antonella 00:44:42
Szego Alessandra 00:45:13
Corna Matteo 00:45:20
Savasta Carlo 00:45:21
Appiani Roberto 00:45:36
Andreani Alberto 00:45:36
Disarelli Fulvia 00:45:44
Acciardi Maurizio 00:45:49
Riva Andrea 00:46:10
Locatelli Cristina 00:46:45
Beltrame Mario Alessandro 00:47:54
Schiavon Sabrina 00:48:20
Toro Veronica Noemi 00:48:30
Tomaselli Viviana 00:48:45
Corna Luca 00:49:33
Daminelli Emi 00:49:38
De Santis Elena 00:50:44
Morosini Stefano 00:50:58
Minola Simone 00:51:14
Montouchet Raphaelle 00:51:42
Kabluchkina Nataliya 00:51:50
Trail Francesco 00:52:21
Anesa Patrizia 00:55:04
Cristinelli Oriana 00:55:57
Zamattia Chiara 01:11:33
best 5.000 mt
Provenzi Marco Ronny 00:17:01
Lorenzi Matteo 00:17:25
Testa Walter 00:17:48
Ripamonti Guido 00:18:02
Giassi Diego 00:18:03
Turci Alessandro 00:18:11
Rota Vainer 00:18:15
Massironi Alessandro 00:18:15
Mandelli Jacopo 00:18:32
Bonfanti Monica 00:18:34
Appiani Antonio 00:18:51
Bugada Oscar 00:18:52
Labonia Isabella 00:19:15
Mazzoleni Enea 00:19:21
Armanni Andrea 00:19:23
Cavagna Andrea 00:19:35
Zanetti Adam 00:19:40
Palazzini Giovanbattista 00:19:45
Disarelli Alessandro 00:19:48
Dominoni Francesco 00:19:51
De Santis Massimo 00:19:57
Pinotti Ezio Terenzio 00:19:58
Brembilla Aldo 00:20:04
Animelli Roberto 00:20:10
Zenoni Ottavio 00:20:15
Parma Andrea 00:20:22
Zanoni Davide 00:20:26
Gandolfo Gaspare 00:20:28
Marini Lorenzo 00:20:29
Tironi Vittorio 00:20:31
Ferrari Luca 00:20:33
Rota Alfio 00:20:33
Tarozzi Marco 00:20:35
Ferrari Roberto 00:20:38
Mandelli Marco S. 00:20:39
Dinoia Giuseppe 00:20:45
Olmo Barbara 00:20:57
Mannino Nicola 00:20:59
Facheris Davide L. 00:21:14
Disarelli Fulvia 00:21:15
Rota Egidio 00:21:19
Ciocca Antonio 00:21:20
Acciardi Maurizio 00:21:21
Beretta Cristina 00:21:28
Beltrame Mario Alessandro 00:22:09
Tomaselli Viviana 00:22:32
Minola Simone 00:22:36
Corna Fabio 00:22:50
Szego Alessandra 00:23:00
Corna Matteo 00:23:21
Locatelli Cristina 00:23:22
Colombo Antonella 00:23:38
Mura Maurizio 00:23:58
Montouchet Raphaelle 00:24:10
Corna Luca 00:24:20
Formentini Stefano 00:24:43
powered_by.png, 1 kB
cop_52.jpg

Veni Vidi Vici
Valutazione utente: / 3
Scritto da Nicola Greggia   
domenica 20 aprile 2014

Nel 2013 il mio Gruppo di amici aveva partecipato in massa alla grande trasferta capitolina, io, per problemi personali, a malincuore mi ero dovuto “accontentare”, una settimana  prima, di partecipare alla Maratona organizzata dalla Leonessa d’Italia. Così, nell’autunno, dopo la bellissima corsa di Firenze, decido di partecipare alla 20° edizione della Maratona di Roma.
Il numero degli amici che vuole partecipare nuovamente o per la prima volta a quest’ avventura aumenta in breve tempo, ci troviamo così a partire alla volta della capitale in una dozzina di Runners della Bassa.

Le aspettative che mi ero fatto per questa corsa erano molte, sia in termini di crono che di divertimento goliardico. Un mese prima a Busseto alla Maratona delle Terre Verdiane avevo staccato il mio nuovo PB, quindi Roma poteva essere affrontata anche nelle migliori condizioni psicologiche. Purtroppo però quelle fisiche nel frattempo sono venute a mancare, in questo periodo il lavoro mi ha assorbito parecchio, bruciandomi tantissime energie sia fisiche che mentali. L’ultima tegola sulla testa mi arriva venerdì mattina, il giorno tanto atteso, quello che come quando si era ragazzini si aspettava per andare in gita con gli amici, il giorno che da diverse settimane aspettavo per staccare un po’ e rigenerarmi. Il mio collega di 28 anni, dopo un lungo periodo di malattia ci lascia, come diciamo noi Alpini è Andato avanti. Si lavora in un clima surreale, tanti i pensieri, soprattutto quello che una persona a 28 dovrebbe avere il diritto di aspettarsi ancora tanto dalla vita, però si sa, i programmi per noi li fa qualcun altro.
Arrivo quindi al sabato parecchio scarico con la convinzione però che la ragione in più per essere li a correre è quella di godersi in pieno quello che si ha, quindi convinto che anche questa Maratona qualche cosa di nuovo riuscirà a regalarmi.

Forse per la prima volta, la domenica a svegliarmi è la mia sveglia, questo la dice lunga anche sulla mia stanchezza. In camera con me due “elementi da sbarco”, l’immancabile Mister (al secolo marco Boschini) e ol Fabiet (Fabio Corna). Ci si appronta a fare colazione con gli altri amici e poi via, col nostro zainetto verso il deposito borse e la partenza.
Le previsioni meteo non sono delle migliori, danno forti acquazzoni soprattutto nelle prime ore della corsa, ma poco importa, si è li per correre e per divertirsi, ed il buon Runner sa che deve correre con l’acqua, con il vento, con la neve o con il sole, altrimenti, se questo fosse un grosso problema se ne starebbe in una palestra al massimo a farsi una corsetta sul tapis roulant, quindi sia quel che deve essere.

15 minuti prima della partenza, in mezzo a una serie infinita di colori diversi di maglie provenienti da tutto il mondo, in mezzo a parlate con accenti nazionali ed internazionali di tutti i tipi, appena tolto il sacco nero per ripararsi dall’acqua... 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 17 giugno 2019 )
Leggi tutto...
 
Parte la Diamond Cup 2014
Valutazione utente: / 5
Scritto da Antonio   
mercoledì 09 aprile 2014
diamondcup.jpgSabato 14 aprile con la Argon Ten a San Paolo d'Argon prende il via la prima edizione della Dimond Cup, circuito di gare su strada a cui aderisce anche la nostra 5 Km A rotta di collo, in programma a Dalmine fra poco più di un mese.
Al termine del circuito saranno premiati coloro che avranno partecipato a tutte le 5 tappe, indipendentemente dalle classifiche di ogni singola gara e dalla categoria.

Il regolamento prevede che possano partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento FIDAL o enti di promozione sportiva, o comunque muniti di certificato medico sportivo agonistico.
 
 
Questo il calendario della manifestazione:
12/04     S. Paolo D’Argon - Argon ten
21/05     Dalmine - 5 km A rotta di collo
13/09     Torre De’ Roveri - Corrida San Gerolamo
26/09     Offanengo - Giro delle 3 chiese
04/10     Martinengo - Palio delle porte
 
 
Ultimo aggiornamento ( mercoledì 09 aprile 2014 )
Leggi tutto...
 
Vacanze romane per il capitan Halfiock
Valutazione utente: / 5
Scritto da Alfio Rota   
lunedì 31 marzo 2014

Image
Roma 2014: foto ricordo
"Ammainate il jolly roger" ordina a denti stretti il capitano, sempre restio ad abbassare la guardia, trasgredendo così ai consigli che molto tempo prima suo padre gli diede in eredità, ma è usanza tra gli avventurieri dello spazio abbassare la propia bandiera per segnalare che l'equipaggio è in vacanza...

Il primo ufficiale, l'amletico Fabio, esegue di persona il comando con un sorriso di chi sa' che sono giorni assolutamente sudati e meritati!!!

Iniziano cosi 3 giorni di vacanza della ciurma e dell'archetipico eroe...

Destinazione scelta dalla ciurma ????? ROMA, capitale del pianeta terra.

Ovviamente la scelta è dettata dal volere della combriccola di distogliere, anche se per poco tempo, la mente del capitano dalle guerre in atto contro i tiranni intestellari, padroni di mondi in cui vivono popoli in uno stato di perenne indifferenza rispetto a quello che accade intorno a loro.
Le macchine hanno sostituito le persone nei lavori comuni ed il prezzo che hanno pagato per l'avidità dei tiranni è stato lo spreco di tutte le risorse.
I mari prosciugati e molti beni venuti a mancare costringono a guerre sempre piu sanguinarie.
Le classi dirigenti sono intente a racimolare voti alle elezioni negando l'evidenza di gravi problemi e le persone che non condividono questa mentalità sono tenute ai margini delle società, considerate fuorilegge... il capitano e l'equipaggio dell'Arcadia ne sono un esempio!

Teletrasportati nella capitale i nostri confusionari protagonisti si mettono alla ricerca del miglior spritzdel luogo e subito dopo si concedono una cena energetica indispensabile per affrontare il giorno successivo un tour denominato M.D.R.
La mattina seguente i nostri vacanzieri si ritrovano immersi in un fiume infinito di gente festante di tutte le razze terrene e non possono fare meno di venir travolti dall'allegria generale.

START!!!!

"Da qui in poi ognuno farà da sè" pensa con un po' di apprensione il nostro filantropo eroe.

Poche ore dopo però giunge ad Halfiock la notizia che l'equipaggio è di nuovo al completo e che tutti hanno terminato il tour.
Con grande soddisfazione il capitano strepita :"NUNC EST BIBENDUM" che nella lingua attuale del luogo si potrebbe tradurre in "aooo nuncerestachebereeeeee"!
Un attimo dopo la ciurma si ritrova allegramente seduta nella "locanda degli amici" per consumare voracemente un'ottima cena, mentre nella testa del capitano trottolano due pensieri differenti...
Il primo riguarda la straordinaria avventura di OTTO, il celtico ecologico, giunto nella capitale con emissioni zero, scortato da un altro grande guerriero nordico, CLAUS, per partecipare al tour.
L'altro pensiero invece è il poco tempo che rimane per preparare al meglio il duello all'ultimo sangue che Halfiock sosterrà contro la regina Seregna, custode dei più inquietanti incubi del nostro paladino.
Per il nostro eroe è arrivato il momento di cimentarsi in qualcosa più grande di lui.
I dettagli di questo duello sono ignoti, vi basti sapere che il capitano è sopravissuto e rientrando a bordo dell'Arcadia avvolto nel suo nero mantello si fa sfuggire un pensiero a voce alta in presenza del timoniere: "Ho come l'impressione che sulla terra sprechino il tempo a chiedersi troppi perché... d'inverno non vedono l'ora che arrivi l'estate... d'estate hanno paura che torni l'inverno. Per questo forse non si stancano mai di rincorrere il posto dove non sono..."

Il timoniere strabuzzando gli occhi e colto di sorpresa con in bocca pane e mortadella annuisce timorosamente al suo capitano, che poggiando la mano sulla spalla del golosone gli assegna le coordinate per nuove e strabilianti avventure ...zan ...zan...

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 09 aprile 2014 )
 
La battaglia di Magenta
Valutazione utente: / 6
Scritto da Alessandro Efrem Massironi   
lunedì 17 marzo 2014
 
Image
Luca, Matteo, Nicola, Presi, Iacopo, Alex
 
Domenica 2 febbraio a Magenta pareva di essere immersi nella rievocazione storica della famosa Battaglia svoltasi il 4 giugno 1859 durante la Seconda Guerra d'Indipendenza in cui si affrontarono l'esercito franco-piemontese e quello austriaco invasore .
Giungendo noi da est ci è toccata l'amara sorte di vestire i panni degli austro-ungarici.
Il I° Corpo d'Armata Medirun al comando del Feldmaresciallo Marcus von Mandell era composto dal 3° reggimento di Fanteria Sturmtruppen (Alessandro in pantaloncino corto), dalla divisione di Artiglieria Schwarzenberg (Jacopo e Matteo in cosciale) e da ben tre brigate di Cavalleria: Dragoni, Ulani e Ussari (rispettivamente Marco, Nicola e Luca in completo lungo).

Il percorso di 5 km, da ripetere due volte, era piuttosto nervoso e si districava nel suggestivo centro storico di Magenta con curve a gomito, acciottolato, paveé, sterrato e dossi.
Solo Nicola (45"01") al battesimo in Medirun  e Luca (53'02") si sono dichiarati soddisfatti della gara.
Per il resto dell'esercito Medirun è stata una disfatta. Jacopo ferito a morte alla bandelletta è capitolato dopo il primo giro.
Alex (40'48") in affanno per i continui cambi di ritmo viene presto travolto dalle scorrerie delle compagini piemontesi di Trecate, Casorate e Palzola. Matteo (46'25") non centra l'obiettivo di scendere sotto i 45 minuti.
Il Presidente (46' 47") segna il suo peggior crono di sempre in una 10 Km....è proprio una battaglia persa.
Firmiamo la resa incondizionata quindi ci spetta una doccia gelata.
L'edizione zero della Stramagenta merita un 6,5 di incoraggiamento anche se è ampiamente migliorabile.
Memorabili i manicotti termici consegnati a fine gara.
Ultimo aggiornamento ( lunedì 17 marzo 2014 )
Leggi tutto...
 
Cronache verdiane
Valutazione utente: / 10
Scritto da Alessandro Efrem Massironi   
venerdì 07 marzo 2014
terreverdiane_gruppo.jpg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Alex, Barbara, Marco, Ottavio, Alfio
 
Resoconto di una trasferta liberamente ispirato a Le Cronache di Narnia, Il Trono di Spade, A Bug's Life e Il Signore degli anelli

Confesso che per molti anni ho aspirato a scrivere un romanzo, una sceneggiatura o un musical.
Tutte le bozze e i progetti giacciono chiusi in uno scatolone in mansarda.
Domenica 23 febbraio però gli elementi per la stesura di un racconto fantasy c'erano proprio tutti.

C'erano quattro regni in lotta tra loro. Il vasto Regno delle Foreste di Sale dominato dal borgo di Salsomaggiore, il Ducato di Fontanellato retto dalla sanguinaria famiglia dei Sanvitale, Il Principato di Soragna governato dal Principe Diofebo VI, ultimo discendete della stirpe dei Meli Lupi, infine lo Stato Pallavicino con le città fortificate di Fidenza e Busseto, sua prestigiosa capitale.

C'era una Principessa di nome Atta determinata a conquistare la corona dei quattro regni per ristabilire la pace con il suo chiassoso esercito dai vessilli arancioni al comando di capitan Alfiock.

C'era un Presistrello, un drago volante capace di sputar fiamme e  sentenze.
C'era un cavaliere senza macchia e senza paura noto come Mic, a cavallo del suo poderoso destriero Frontero.
C'era Otto un guerriero celtico dall'eloquio scurrile e dalle usanze immorali, ma efficace in battaglia.
C'era una Taverna ad Ardenga, alle porte di Soragna, dove ebbe luogo il solenne giuramento della Compagnia del Culatello.
C'era Efrem il druido capace di creare pozioni miracolose ed esperto nell'interpretazione "romanzata" dei sogni.
C'era una disfida podistica che avrebbe garantito l'unificazione dei regni senza spargimenti di sangue.
C'era una gran festa in maschera con carri allegorici.

C'era pure un giullare che vi avrebbe narrato questa storia avvincente, ricca di gesta eroiche ed oscuri misteri se non vi foste addormentati anzitempo, perciò chiudo il libro delle fiabe, vi rimbocco le coperte, spengo la luce e vado ad allenarmi.

 
....e corsero tutti felici e contenti.

Mezzamaratona delle Terre Verdiane
Mandelli Marco Serafino   1h 40' 58''
Olmo Barbara                    2h 10' 25''

Corsa del principe
Massironi Alessandro Efrem   2h 10' 48''

Maratona
Zenoni Ottavio  3h 25' 45''
Rota Alfio          3h 28' 11''
 
Ultimo aggiornamento ( venerdì 07 marzo 2014 )
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 49 - 54 di 128

Copyright 2000 - 2006 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo un Software Libero rilasciato sotto licenza.