Home
Newsflash
05/05 Avviso per i nuovi tesserati ... agli atleti neo tesserati che non hanno ancora la scheda personale sul...

Menu principale
Home
Area tecnica
Atleti
Calendario
Cronache
Cus Bergamo
Galleria Fotografica
Gare
News
Odi e Poesie
Statistiche
Statuto
Storia
5km A ROTTA DI COLLO
Classifiche
best maratona 2021
best 1/2 maratona 2021
best 10.000 mt 2021
best 5.000 mt 2021
best maratona
Massironi Alessandro 02:53:58
Basili Maurizio 02:55:26
Provenzi Marco Ronny 03:00:31
Ripamonti Guido 03:01:35
Appiani Antonio 03:07:50
Bissa Santo Claudio 03:10:52
Beretta Emanuele 03:10:55
Agazzi Roberto 03:12:33
Morretta Rosario 03:15:01
Mazzoleni Enea 03:15:06
Rota Vainer 03:16:30
Huanca Luis Tomas 03:18:11
Albani Massimo 03:19:35
Brembilla Aldo 03:21:29
Pinotti Ezio Terenzio 03:21:57
Mandelli Marco S. 03:23:49
Zenoni Ottavio 03:25:45
Zanetti Stefano 03:26:48
Rota Alfio 03:27:25
Levi Marco 03:28:32
Corna Fabio 03:28:43
Appiani Roberto 03:28:48
Sanesi Lorenzo 03:29:25
Disarelli Alessandro 03:29:48
Bresciani Vittorio 03:31:47
Ciocca Antonio 03:33:03
Savasta Carlo 03:35:50
Martinelli Gianluca 03:35:59
Dinoia Giuseppe 03:36:50
Disarelli Fulvia 03:37:47
Ferrari Luca 03:43:09
Beltrame Mario Alessandro 03:43:33
Olmo Barbara 03:43:52
Ferrari Roberto 03:44:35
Rota Egidio 03:46:44
Marini Lorenzo 03:50:50
Compagnoni Enrico 03:51:43
Menalli Paolo 03:52:33
Parma Andrea 03:54:36
Dominoni Francesco 03:55:41
Zani Matteo 03:55:57
Acciardi Maurizio 03:56:23
Szego Alessandra 03:57:38
De Santis Massimo 03:57:50
Tomaselli Viviana 04:01:15
Schiavon Sabrina 04:04:39
Locatelli Cristina 04:07:41
Formentini Stefano 04:23:52
Cristinelli Oriana 04:50:32
Facheris Davide L. 05:11:52
best 1/2 maratona
Annovazzi Matteo 01:12:12
Bruletti Matteo 01:15:13
Provenzi Marco Ronny 01:15:44
Testa Walter 01:15:48
Lorenzi Matteo 01:18:22
Massironi Alessandro 01:19:03
Basili Maurizio 01:19:30
Previdi Fabio 01:19:41
Giassi Diego 01:19:44
Roncoli Luca 01:19:56
Appiani Antonio 01:21:37
Bonfanti Monica 01:22:30
Bissa Santo Claudio 01:22:57
Ripamonti Guido 01:23:05
Rota Vainer 01:23:31
Turci Alessandro 01:23:40
Huanca Luis Tomas 01:25:18
Mandelli Jacopo 01:25:23
Labonia Isabella 01:25:42
Bresciani Vittorio 01:26:15
Mandelli Marco S. 01:26:36
Mazzoleni Enea 01:26:48
Corna Fabio 01:26:57
Zanetti Adam 01:27:56
Beretta Emanuele 01:28:40
Signoroni Rienzo 01:28:47
Palazzini Giovanbattista 01:28:54
Zanetti Stefano 01:28:55
Ubbiali Antonio 01:29:06
Belloli Renato 01:29:26
Morretta Rosario 01:30:00
Brembilla Aldo 01:30:00
Corbetta Ivan 01:30:02
Pinotti Ezio Terenzio 01:30:15
De Santis Massimo 01:31:04
Quarti Marcello 01:31:07
Giappino Enrico 01:31:44
Rota Alfio 01:31:55
Martinelli Gianluca 01:32:34
Armanni Andrea 01:32:35
Parma Andrea 01:32:47
Domenghini Massimili 01:32:51
Beretta Cristina 01:32:51
Albani Massimo 01:33:06
Raimondi Sergio 01:33:07
Ciocca Antonio 01:33:07
Ferrari Roberto 01:33:27
Levi Marco 01:33:50
Dinoia Giuseppe 01:34:07
Tironi Vittorio 01:34:22
Ferrari Luca 01:34:26
Olmo Barbara 01:34:27
Appiani Roberto 01:34:40
Cavagna Andrea 01:35:06
Zenoni Ottavio 01:35:11
Sanesi Lorenzo 01:35:43
Marini Lorenzo 01:35:49
Zani Matteo 01:36:22
Animelli Roberto 01:36:36
Manzoni Corrado 01:37:16
Mannino Nicola 01:37:16
Formentini Stefano 01:37:20
Gandolfo Gaspare 01:37:25
Moscheni Davide 01:37:48
Disarelli Alessandro 01:38:26
Tarozzi Marco 01:38:39
Pagano Carmine 01:38:55
Petrogalli Cristina 01:39:21
Marchesi Filippo 01:39:41
Disarelli Fulvia 01:39:57
Galimberti Simone 01:39:57
Andreani Alberto 01:40:16
Savasta Carlo 01:40:28
Compagnoni Enrico 01:40:30
Minola Simone 01:40:41
Rota Egidio 01:40:44
Colombo Antonella 01:41:14
Facheris Davide L. 01:41:20
Acciardi Maurizio 01:42:21
De Bitonto Antonio 01:42:27
Mura Maurizio 01:42:33
Daminelli Emi 01:42:55
Szego Alessandra 01:44:11
Tomaselli Viviana 01:44:21
Locatelli Cristina 01:44:27
Beltrame Mario Alessandro 01:46:08
Schiavon Sabrina 01:46:31
Corna Matteo 01:46:57
Menalli Paolo 01:48:11
Belloni Mauro 01:49:14
Montouchet Raphaelle 01:51:32
Moioli Andrea 01:51:34
Binacchi Giulio F. 01:52:10
Bolandrina Massimil. 01:53:25
Moretti Anna 01:54:01
Toro Veronica Noemi 01:54:44
Trail Francesco 01:56:09
Parma Silvia 02:04:27
Cristinelli Oriana 02:06:50
Anesa Patrizia 02:09:06
Maci Stefania Maria 02:37:01
Zamattia Chiara 02:45:47
best 10.000 mt
Testa Walter 00:34:19
Provenzi Marco Ronny 00:35:26
Ripamonti Guido 00:36:18
Lorenzi Matteo 00:36:21
Roncoli Luca 00:36:33
Previdi Fabio 00:36:34
Massironi Alessandro 00:36:35
Basili Maurizio 00:36:40
Bissa Santo Claudio 00:36:48
Turci Alessandro 00:36:52
Giassi Diego 00:37:04
Appiani Antonio 00:37:43
Rota Vainer 00:37:51
Bresciani Vittorio 00:38:09
Mazzoleni Enea 00:38:20
Bonfanti Monica 00:38:28
Huanca Luis Tomas 00:38:42
Mandelli Jacopo 00:39:05
Signoroni Rienzo 00:39:45
Mandelli Marco S. 00:39:53
Labonia Isabella 00:39:54
Corna Fabio 00:39:55
Zanetti Stefano 00:40:02
Quarti Marcello 00:40:22
Bugada Oscar 00:40:28
Rota Alfio 00:40:38
Armanni Andrea 00:40:39
Beretta Emanuele 00:40:54
Pinotti Ezio Terenzio 00:40:58
Zanetti Adam 00:41:05
De Santis Massimo 00:41:06
Manzoni Corrado 00:41:09
Animelli Roberto 00:41:11
Brembilla Aldo 00:41:25
Morretta Rosario 00:41:27
Parma Andrea 00:41:50
Tarozzi Marco 00:42:08
Marini Lorenzo 00:42:08
Olmo Barbara 00:42:10
Tironi Vittorio 00:42:15
Levi Marco 00:42:53
Ciocca Antonio 00:42:55
Mannino Nicola 00:42:57
Beretta Cristina 00:43:06
Dinoia Giuseppe 00:43:11
Disarelli Alessandro 00:43:15
Ferrari Luca 00:43:27
Rota Egidio 00:43:37
Ferrari Roberto 00:43:50
Sanesi Lorenzo 00:43:58
Galimberti Simone 00:44:21
Facheris Davide L. 00:44:42
Colombo Antonella 00:44:42
Szego Alessandra 00:45:13
Corna Matteo 00:45:20
Savasta Carlo 00:45:21
Appiani Roberto 00:45:36
Andreani Alberto 00:45:36
Disarelli Fulvia 00:45:44
Acciardi Maurizio 00:45:49
Riva Andrea 00:46:10
Locatelli Cristina 00:46:45
Beltrame Mario Alessandro 00:47:54
Schiavon Sabrina 00:48:20
Toro Veronica Noemi 00:48:30
Tomaselli Viviana 00:48:45
Corna Luca 00:49:33
Daminelli Emi 00:49:38
De Santis Elena 00:50:44
Morosini Stefano 00:50:58
Minola Simone 00:51:14
Montouchet Raphaelle 00:51:42
Kabluchkina Nataliya 00:51:50
Trail Francesco 00:52:21
Anesa Patrizia 00:55:04
Cristinelli Oriana 00:55:57
Zamattia Chiara 01:11:33
best 5.000 mt
Provenzi Marco Ronny 00:17:01
Lorenzi Matteo 00:17:25
Testa Walter 00:17:48
Ripamonti Guido 00:18:02
Giassi Diego 00:18:03
Turci Alessandro 00:18:11
Rota Vainer 00:18:15
Massironi Alessandro 00:18:15
Mandelli Jacopo 00:18:32
Bonfanti Monica 00:18:34
Appiani Antonio 00:18:51
Bugada Oscar 00:18:52
Labonia Isabella 00:19:15
Mazzoleni Enea 00:19:21
Armanni Andrea 00:19:23
Cavagna Andrea 00:19:35
Zanetti Adam 00:19:40
Palazzini Giovanbattista 00:19:45
Disarelli Alessandro 00:19:48
Dominoni Francesco 00:19:51
De Santis Massimo 00:19:57
Pinotti Ezio Terenzio 00:19:58
Brembilla Aldo 00:20:04
Animelli Roberto 00:20:10
Zenoni Ottavio 00:20:15
Parma Andrea 00:20:22
Zanoni Davide 00:20:26
Gandolfo Gaspare 00:20:28
Marini Lorenzo 00:20:29
Tironi Vittorio 00:20:31
Ferrari Luca 00:20:33
Rota Alfio 00:20:33
Tarozzi Marco 00:20:35
Ferrari Roberto 00:20:38
Mandelli Marco S. 00:20:39
Dinoia Giuseppe 00:20:45
Olmo Barbara 00:20:57
Mannino Nicola 00:20:59
Facheris Davide L. 00:21:14
Disarelli Fulvia 00:21:15
Rota Egidio 00:21:19
Ciocca Antonio 00:21:20
Acciardi Maurizio 00:21:21
Beretta Cristina 00:21:28
Beltrame Mario Alessandro 00:22:09
Tomaselli Viviana 00:22:32
Minola Simone 00:22:36
Corna Fabio 00:22:50
Szego Alessandra 00:23:00
Corna Matteo 00:23:21
Locatelli Cristina 00:23:22
Colombo Antonella 00:23:38
Mura Maurizio 00:23:58
Montouchet Raphaelle 00:24:10
Corna Luca 00:24:20
Formentini Stefano 00:24:43
powered_by.png, 1 kB
cop_45.jpg

“Non dirmi che hai paura”
Valutazione utente: / 3
Scritto da Luis Huanca   
mercoledì 15 ottobre 2014
Image
Samia
Ho letto una breve recensione su Correre, e trovandomelo avanti in una bancarella ho comprato il libro di Giuseppe Catozzella. È la biografia di Samia Yusuf Omar, del suo amore per la corsa nonostante tutto (guerra + stupidi e devastanti integralismi) e del suo viaggio sfortunato verso l’Europa e le olimpiadi.

Nella letteratura podistica fa breccia un libro che racconta una storia bella e triste che vede la corsa come costante di una vita. La storia è quella di Samia, nata nel pieno di una guerra civile in Somalia, che ha scoperto presto di essere forte a correre, tanto da vincere a 10 anni la corsa simbolo della capitale somala. Allenata da un suo coetaneo che ha imparato a leggere per imparare dai libri di atletica come allenare la sua amica fraterna, diventa la ragazzina più veloce della Somalia già a 13 anni. A 17 è chiamata a rappresentare la Somalia alle olimpiadi di Pechino e la sua gara è paradigmatica: di fronte a campionesse con fisici forgiati ad arte per essere macchine vincenti, il suo fisico da scricciolo con una maglietta in cotone lavata con la cenere dalla mamma e un paio di fuseaux, non passano inosservati. Corre i 200 m in 32”16, ultima di tutte le batterie, ma incitata dal pubblico. Desta anche l’attenzione dei giornalisti, così diversa dalle altre atlete e simbolo di liberazione per le donne arabe dei paesi oppressi dall’integralismo islamico. Quando torna in patria anziché essere accolta come un’eroina nazionale è additata come pericolosa dal regime. Deve allenarsi di notte in uno stadio abbandonato perché di giorno dovrebbe correre col burka.
Lei vuole prepararsi per le olimpiadi di Londra e in Somalia non ce la può più fare. Affronta quindi il Viaggio, ovvero quell’odissea che consiste nell’attraversare il Sahara rischiando di venire inghiottiti dalla sabbia o ancor peggio in una prigione o in mezzo al deserto. Quando l’Italia è a 60 miglia, il traghetto con il quale sta viaggiando va in avaria. Il sogno di correre le Olimpiadi e di eguagliare il connazionale, ma con cittadinanza britannica, Mo Farah corre in un braccio di mare, quello che la separa dalla motovedetta italiana che ha gettato a mare cavi per richiamare a bordo chi decida di fare un piccolo pezzo di mare a nuoto. Samia che non ha mai avuto paura di niente, o meglio non ha mai mostrato di aver paura, come le aveva insegnato il papà (“sennò le cose di cui hai paura diventano forti”), non teme il mare e lì si infrangono i suoi sogni.

Una storia commuovente, che apre uno spaccato forte su un dramma contemporaneo, quello dei migranti che cercano di approdare in Italia. La storia di una ragazzina leggera, che volava trasportata dal vento, il cui ricordo è bello onorare.

Nel link di seguito un videoracconto di Lucarelli in 45 minuti, che racconta la storia di Samia
http://www.rainews.it//dl/rainews/media/La-­‐tredicesima-­‐ora-­‐Samia-­‐Yusuf-­‐ Omar-­‐la-­‐ragazza-­‐che-­‐imparo-­‐a-­‐volare-­‐06fcd280-­‐cd20-­‐4893-­‐8cfa-­‐  82d26ee87a5d.html
Ultimo aggiornamento ( martedì 21 ottobre 2014 )
 
Una volta nella vita… 100 km
Valutazione utente: / 11
Scritto da Luis Huanca   
mercoledì 27 agosto 2014
Image
Luis alla partenza e all'arrico del Passatore 2014
 
È da quando ho cominciato a correre che ho sentito parlare di una corsa “mitica”, tra la toscana e la romagna 100 km attraverso l’appennino. L’appuntamento con la 100 km è arrivato quest’anno: ho prenotato il pettorale della 100 km del passatore con 8 mesi di anticipo e ho fissato la data sul calendario, per obbligarmi a correrla anche se non fossi stato motivato.

Reduce da un infortunio che mi ha tenuto fermo durante l’inverno e non avendo esperienza di come si prepara una gara così lunga, ho corso un paio di lunghissimissimi: la maratona di Zurigo insieme a Presy ed Alex, e la val d’Aosta da Aosta a Pre St Didier A/R lungo la statale (60 km). Poi tante corse brevi di 7­‐8 km cercando di correre spesso (memore del racconto del papà del Presy che ha preparato la 100 km andando a correre tutti i giorni 30­‐60 minuti per un paio di mesi prima della gara. E l’ultima settimana a concedersi tante goloserie, tanto brucerò tutto nei 100 km…

E così a fine aprile il tempo è arrivato. Niente compagni di viaggio in quest’avventura. La partenza è in pieno centro a Firenze ed essere arrivato un paio d’ore prima della partenza (prevista per le 15) da’ ampio margine.

Fa caldo, il sole splende ma soprattutto ci sono 2'400 iscritti! Non immaginavo un numero così elevato di matti. Mentre mi siedo all’ombra in prossimità della partenza ascolto i racconti di chi è alla sua ennesima partecipazione. Sembra che chi l’ha fatta una volta ne diventi dipendente. Staremo a vedere.

La partenza è paesaggisticamente affascinante. Dopo pochi kilometri si sale verso Fiesole, godendo della magnifica vista dal balcone di Firenze. Poi la strada si snoda tra colline movimentate fino a Borgo San Lorenzo. Sono 30 km che passo a 3h00’. Mi sento bene, ma è ancora lunga.

Arrivo correndo fino al 42° kilometro, quando la strada comincia a cambiare pendenza in quella che è la salita verso il passo della Colla, il gran premio della montagna della corsa, che tra una salita e l’atra implica 1000m di dislivello positivo, quasi tutti concentrati tra il 42° e il 48° km. Lascio da parte le velleità podistiche e comincio a marciare di passo spedito. Non ho davvero idea di cosa siano 100 km, ho corso una maratona, ma me ne manca ancora una e mezzo… Mi immagino che sia bene risparmiare le gambe. In mezzo a tutti questi ragionamenti, un po’ appannati dalla fatica, comincia a insinuarsi il tarlo del “chi me l’ha fatto fare”. La fatica che accumulo in salita mi fa meditare di ritirarmi dopo il passo, faccio davvero fatica a pensare di poter correre ancora più di metà della gara. Il caso vuole che chieda che...
 
 
Ultimo aggiornamento ( mercoledì 27 agosto 2014 )
Leggi tutto...
 
Halfiock adventures in wonderland
Valutazione utente: / 5
Scritto da Alfio Rota   
martedì 15 luglio 2014

Image
Capitan Halfiock alle Finestre di Pietra
Da anni -aime'- la regina Raflesia, monarca di Mazone, utilizza trucchi sempre più vili e spregevoli per catturare il capitan Halfiock senza però riuscirvi.
L'obiettivo della perfida regina e della sua spietata comandante Cassandra è ambizioso: impossessarsi del segreto della resilienza di cui il nostro paladino è custode.
Questo segreto, insieme ad altri oscuri ingredienti, potrebbe portare la regina a forgiare l'anello che rende chi lo possiede il sovrano dell'universo, al prezzo però della distruzione dell equilibrio cosmico. 
Il compito affidato a questo vecchio scrivano dal capitano in persona è quello di convincere Raflesia che mai potrà imprigionare il nostro pirata poiché non soggiorna in paesi tradizionali ma in un luogo formato da istanti e sentimenti.
In questo paese delle meraviglie il nostro valoroso eroe corre attraverso le magiche Finestre di pietra, territorio degli orgogliosi amici Orsi (foto 1), per vedere temerari compagni di viaggio andare come treni (foto 2).
Subito dopo intraprende la scalata alle rocche Fenogliane delle langhe (foto 3).
Sino alla cima del castello (foto4) dove il traguardo non è costituito da un tappeto rosso come crede la regina, ma bensì il raggiungimento di ciò che ogni giorno rende migliore il nostro introverso protagonista.
"Universi paralleli, ecco perché il male non riuscirà mai nel suo intento".
Con le ultime parole sussurrate al mio orecchio dal capitano concludo questo racconto di eroiche gesta.
Sul velluto nero dello spazio si staglia l'eroe, attorno a lui le possenti note di una sinfonia senza tempo....zan zan!!
 
 
Ultimo aggiornamento ( martedì 15 luglio 2014 )
Leggi tutto...
 
Curno, 12x1 ora: congratulazioni e grazie!
Valutazione utente: / 2
Scritto da Alessandro Efrem Massironi   
domenica 08 giugno 2014
Image
Vito e Marco al traguardo con i vessilli
Congratulazioni a tutti i Medirunners che hanno partecipato alla 12 ore di Curno.
Le nostre due compagini hanno concluso la loro fatica al 5° e al 13° posto. Ringrazio a nome di tutta la squadra Barbara e Oriana per il supporto logistico, Luca per le deliziose pizze e focaccia, Alfonso (presidente dell'Atletica Castel Rozzone e da oggi Presidente Onorario della Medirun Cus Bergamo) e Matteo (Atletica Presezzo) per averci aiutato a completare le due staffette.
 
 
Ultimo aggiornamento ( lunedì 09 giugno 2014 )
 
Due bronzi al "Flores"
Valutazione utente: / 3
Scritto da Luca   
domenica 08 giugno 2014
Il giorno 3 Giugno si è disputata la dodicesima edizione del Trofeo "Mateo Flores", competizione su pista svoltasi nel centro sportivo di Curno.
4 le gare in programma riservate agli adulti:
1 miglio, 3000 metri, 5000 metri, 10000 metri
I nostri atleti hanno partecipato alle batterie dei 3000 m e dei 5000 m.
Complimenti a Walter, 3° assoluto nei 3000 m, e a Cristina, 3° posto femminile nei 3000 m.

Ecco i tempi dei nostri Medirunners:
- 3000 metri:
Testa Walter 10'09''50, media 3:23 min/km
Ripamonti Guido 12'32''01, media 4:11 min/km
Corna Luca 13'25''55, media 4:28 min/km
Beretta Cristina 15'26''33, media 5:09 min/km

- 5000 metri:
Massironi Alessandro 19'49''10, media 3:58 min/km
Armanni Andrea 21'08''09, media 4:14 min/km

Appuntamento a domenica 8 Giugno, sempre in pista a Curno, per la 12 ore.
La Medirun Cus Bergamo sarà presente con due squadre pronte a scalare la classifica!
Ultimo aggiornamento ( lunedì 09 giugno 2014 )
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 37 - 42 di 128

Copyright 2000 - 2006 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo un Software Libero rilasciato sotto licenza.